Circa metà dell’acqua utilizzata per usi domestici potrebbe essere sostituita con acqua piovana (CALCOLO).

In particolare può essere utilizzata per:

  • irrigazione del giardino
  • risciacquo dei wc
  • pulizie domestiche
  • bucato

In particolare utilizzando l’acqua piovana per il bucato, viene assicurata la necessaria purezza batteriologica, attestata da diversi enti, tra cui l’Istituto Nazionale Tedesco di Igiene a Brema e l’Ente  per l’Ambiente di Amburgo.

L’acqua piovana infatti è “dolce”, mentre quella addotta nelle nostre abitazioni dallacquedotto è “dura” e pertanto per le pulizie domestiche o per il bucato, si può risparmiare anche nell’uso dei detersivi, oltre che nel consumo di acqua potabile (circa il 40% sul consumo totale annuo).  Le ventole e le macchine lavate con acqua piovana hanno minori depositi di calcare, riducendone così anche i costi di manutenzione e sostituzione.