RISPARMIARE CON UNA STUFA A PELLET

stufa-pellet1
Le stufe a pellet sono grandi amiche del portafoglio e rispettose dell’ambiente. I modelli di ultima generazione sono altamente efficienti, semplici e sicuri da utilizzare e con una forte vocazione “eco”.
Le stufe a pellet sono pratiche da usare, perchè sono comandate da una centralina elettronica che controlla tutto il sistema. Basta impostare sul pannello di controllo la temperatura desiderata e il livello della potenza e il sistema si autoregola in base alla quantità di calore richiesta. Una sonda della temperatura integrata nella stufa misura la temperatura dell’ambiente e se la temperatura scende al di sotto del valore impostato accende la stufa in modo automatico.
Molte hanno anche un telecomando in dotazione, per regolarla a distanza, ma anche per programmare accensione e spegnimento ad orari prescelti, per riscaldare solo quando se ne ha effettivamente bisogno, magari per trovare casa calda al proprio ritorno. Alcune possono essere accese anche attraverso un sms, anche se in questo caso si deve istallare un preciso modulo elettrico.
Il pellet viene versato in un apposito serbatoio, quindi non viene messo direttamente nella camera di combustione, come nel caso delle stufe a legna. Caricato il pellet nel serbatoio, questo scende in modo automatico nel braciere alimentando la fiamma. Ha un’autonimia di molte ore, anche tutta la giornata, dipende dall’uso che viene fatto della stufa e dalla capacità del serbatoio. Alcuni modelli hanno dei led luminosi che ne segnalano il funzionamento e una spia indica la mancanza di pellet.
Il bruciatore è isolato dall’ambiente da un vetro ceramico resistente agli shock termici e permette di vedere la fiamma, dal momento che non si sporca. La combustione produce poca cenere, che si deposita nel cassettino da svuotare quootidianamente.
Tra le stufe a pellet esistono poi le termostufe a pellet, stufe con una marcia in più, dal momento che possono scaldare tutta l’abitazione e comunque più di un locale. Sono disponibili i modelli ad acqua e ad aria.
I modelli ad acqua sono delle vere e proprie caldaie, da collegare all’impianto di riscaldamento per riscaldare i radiatori e, grazie a uno scambiatore, anche per la produzione di acqua calda sanitaria. I modelli ad aria emettono aria calda che può essere canalizzata attraverso dei condotti con delle bocchette in altri ambienti.
Articoli correlati:
DIMENSIONAMENTO STUFA A PELLET

Please follow and like us: