Il parquet laminato rappresenta il prodotto perfetto per chi ha un budget limitato, ma vuole comunque un pavimento tipo legno. Basta un po’ di manualità e poco tempo per rivestire il pavimento esistente. La posa deve essere flottante (senza colla), a incastro su un materassino isolante che deve essere steso prima sul pavimento.

Per la posa del parquet laminato occorre, oltre ovviamente ai listoni, il materassino isolante da stendere sul pavimento esistente. Solitamente è venduto in rotoli di varia lunghezza. Dovete avere anche una sega circolare (a nolo) per tagliare i listelli.

Fase 1 – Preparazione del locale. Togliete tutto quello che si trova nella stanza, mobili, complementi, porte, quadri. Usando la sega circolare infatti si farà molta polvere, meglio evitare di sporcare inutilmente.  Per quanto riguarda i mobili più pesanti, possono essere lasciati, prevedendo di passarci intorno col parquet. Il pavimento esistente deve essere perfettamente pulito e la supeficie deve essere il iù liscia possibile.

Fase 2 – Srotolare il rotolo del materassino per tutta la lunghezza della stanza, parallelamente a una delle pareti, lasciando alla fine e all’inizio un risvolto di circa 15cm. Per evitare che si formino delle gobbe, passate ogni tanto sul materassino con un listone, per spianare la superficie.

Fase 3 – Partite da un angolo della stanza per la posa dei listoni. Sono sagomanti lungo i lati con un incastro maschio- femmina per l’assemblaggio senza colla. La prima lista deve essere distanziata 1-2 cm dal muro (per eventuali dilatazioni del materiale). Proseguire mano a mano per tutta la prima fila. La seconda fila verrà incastrata alla prima sfruttando sempre gli incastri predisposti, ma sfalzandole rispettp alla prima fila. Per questo motivo il primo listone dovrà essere tagliato a metà con la sega circolare.

Fase 4- Quando si è arrivati alla parete opposta, tagliare i listoni in modo tale che sia sempre distante 1 o 2 cm dalla parete. Questa distanza verrà coperta con lo zoccolino.