PARQUET SU SABBIA

La posa del parquet su sabbia non è una novità odierna, ma vogliamo comunque parlarne perchè potrebbe risolvere i problemi di posa di questa pavimentazione. I parquet posati sulla sabbia vengono definiti già dagli anni ’20 sovrapponibili, poichè posati su pavimenti pre-esistenti come il cotto o le piastrelle di cemento deteriorate. La sabbia, posata come un velo sottile, serviva a creare il piano. Sulla sabbia viene sovrapposto un foglio di carta normale, dopodichè venivano sistemati i listelli di legno uniti da linguette in metallo inserite nelle apposite fess

 

ure. Il metallo scelto solitamente era il ferro, materiale idoneo ad assorbire l’umidità del legno così da comprimersi  ed evitare la formazione di fessurazioni nel parquet.
Ad oggi tale tecnica viene  riproposta per i cantieri di ristrutturazioni o nuove costruzioni, e si interviene sia in caso di riscaldamento tradizionale a parete che per il riscaldamento a pavimento. La tecnica è però tutta a secco senza l’impego di cemento o derivati. Si usano materiali compatibili con i proncipi della bioedilizia, senza colle nella posa in opera, con ridotto costo energetico di produzione, senza emissioni nocive, alta riciclabilità e garanzia di traspirazione.

Please follow and like us: