Parlando di edifici e di edilizia in generale, spesso si sente parlare della destinazione d’uso delle residenze. Ma cos’è la destinazione d’uso?

La destinazione d’uso è la categoria che il piano urbanistico assegna all’area. Essa può essere:

  • RESIDENZIALE
  • PRODUTTIVA
  • COMMERCIALE
  • TERZIARIA
  • DIREZIONALE
  • AGRICOLA
  • SPAZI PUBBLICI

La destinazione d’uso condiziona l’uso dell’immobile, che può essere un’abitazione, un ufficio, un negozio o un industria.

Si può cambiare la destinazione d’uso anche senza opere edili.

Nelle zone urbanistiche più delicate, il cambiamento della destinazione d’uso è soggetta a specifici provvedimenti autorizzativi anche se non ci sono opere edili  che portano all’intervento sull’edificio.