INFO

ArchitetturaFacile è il nuovo sito dove potrete trovare informazioni sul mondo dell’architettura.
Le recenti normative e i problemi ambientali sempre più sentiti dall’opinione pubblica, le soluzioni tecnologiche in architettura per il risparmio energetico, la bioedilizia, cenni di normativa, definizione e descrizione dei materiali da costruzione vecchi e nuovi e tanto altro ancora, spiegato in modo semplice, per tutti, anche se non addetti ai lavori.
E se avete ancora qualche dubbio, non esitate a scriverci lasciando un commento o inviando una mail all’indirizzo architetturafacile@gmail.com.
Sarete contattati al più presto dai nostri architetti!!!!
Buona lettura!

il team di ArchitetturaFacile.com


0 thoughts on “INFO

  1. Salve,
    vorrei sapere se la demolizione e succesiva ricostruzione in una zona a vincolo paesaggistico come la ” Valle D’Itria “, nella fattispecie in Martina Franca (Ta), può subire limitazioni nell’applicazione del piano casa che prevede l’ampliamento del 35% della cubatura.
    Grazie

    1. Probabilmente la ricostruzione dovrà essere sottoposta all’approvazione dell’ente preposto al vincolo. A meno di una situazione particolarissima, non credo ci siano grosse differenze. Il consiglio è quello di rivolgersi all’ufficio tecnico del suo comune e chiedere come ci si rapporta con in vincoli in relazione alla sua zona.

  2. Salve
    Potete dirmi cosa devo o cosa posso fare ad oggi in Sicilia per quanto riguarda in piano casa, cioe, L’ingegnere che deve curare il mio progetto per ampliare la cubatura della casa dei miei alla richiesta di un possibile incontro per definire cosa fare in merito mi dice che fin quanto non esce la legge non si sa nulla. E’ davvero così o possiamo iniziare i lavori in modo differente facendo riferimento alle direttive nazionali, avevo sentito dire che entro Giugno 09 le Regioni dovevano essere pronte con il loro piano altrimenti si potevano iniziare i lavori ammesso che vi fosse un ingegnere a capo del progetto o qualcosa di simile.
    Grazie

    1. Dia retta al suo tecnico. Finchè non si avrà una legge ad hoc per la sua regione, l’ampliamento non sarà possibile. La Sicilia è ancora in fase di discussione inoltre. Tenga soprattutto presente che la legge nasce per riqualificare l’edilizia esistente. Se per qualsiasi ragione la legge dovesse essere interdetta agli edifici che hanno subito lavori recentemente, vedrebbe sfumare la sua possibilità di ampliamento. D’altro canto, ampliare senza che la legge sia chiara e definita, significa andare incontro ad un abuso edilizio e tutto quello che ne deriva. Se può, aspetti ancora un pochino.

  3. Salve,
    ho un appartamento situato al 3° piano di un palazzo di 4 piani a roma città, ma fuori del centro storico,(e senza nessun tipo di vincolo) mi piacerebbe installare una veranda per chiudere un balcone e vorrei sapere se col nuovo piano casa questo mi é permesso e se si cosa devo fare

    1. Risposta a FABIO66
      Salve,
      ho un appartamento situato al 3° piano di un palazzo di 4 piani a roma città, ma fuori del centro storico,(e senza nessun tipo di vincolo) mi piacerebbe installare una veranda per chiudere un balcone e vorrei sapere se col nuovo piano casa questo mi é permesso e se si cosa devo fare

      Dalla descrizione del suo edificio, lei si trova al di sopra della soglia limite di 1000 mc stabilita per applicare il Piano Casa. La chiusura della veranda di norma non è consentita, sopratutto se pensa che al posto del balcone possa esserci una nuova stanza, perchè supporrebbe l’istallazione di una struttura semipermanente. Per un intervento del genere dovrebbe avere anche il consenso del condominio: se uno dei suoi vicini ritiene la sua istallazione esteticamente non accettabile, potrebbe richiederne la rimozione. So che spesso non ci sono di questi problemi, ma si accerti bene della fattibilità, dal momento che potrebber nascere liti non indifferenti.

  4. Salve,
    ho comprato un appartamento tramite l’intermediazione di una agenzia immobiliare e la stessa dichiarava che l’immobile aveva una parte condonata. Nell’atto di compravendita il notaio menzionava (senza che io ne avessi fatta richiesta) lo stesso condono con tutti gli estremi del caso,presi “copiando”il precedente atto tra il costruttore e il precedente acquirente. Facendo ulteriori indagini ho poi scoperto invece che gli estremi non riguardavano il mio immobile e che anzi lo stesso non ha mai avuto condoni. Attualmente mi ritrovo quindi un appartamanto con una veranda ‘abusiva’.Volevo sapere se posso rivalermi sull’agenzia e/o sul notaio e sapere se il mio atto di compravendita cosi com’é è da ritenersi valido visto che riporta gli estemi di un condono del tutto inesistente sull’appartamento

    1. Risposta a Sergio
      salve,vorrei sapere quanto e’ la distanza minima tra un armadio e un termosifone in alluminio. grazie
      Se l’armadio si trova a fianco al radiatore, non dovrebbe perdere in potenza. Se però non vuole danni derivanti dal calore del termosifone verso il mobile, la distanza minima è di circa 15/20 cm.

  5. salve volevo porle una domanda riguardo il piano casa…. io ho una bifamiliare con cubatura di 850mc e il mio vicino l’altra metà anch’essa di 850mc in ttale la bifamiliare è di 1700mc posso ampliare con il piano casa grazie in anticipo per la risposta

  6. Buonasera,
    io ho una casa in costruzione da due anni e il Comune ha approvato il progetto ad agosto 2007 però non è stato ancora dato il fine lavori. Posso usufruire dall’ampliamento del 20% dato che il progetto è approvato da due anni e la casa è ora ultimata?
    Cosa devo fare?
    Grazie
    Maria B.

    1. Molto dipende dalla regione in cui risiede. Di solito non sono previsti ampliamenti per edifici che non hanno ancora la fine dei lavori. Questo piano nasce per riqualificare l’edilizia esistente, ma limita gli interventi sulle case che si stanno ancora costruendo. Le consiglio comunque di chiedere un parere presso i tecnici del suo comune.

  7. Buongiorno,
    sto ristrutturando una casa in Piemonte. Si tratta di un cascinale, per una parte già abitato e sto ristrutturando l’ultima parte, nel sottotetto che ho acquistato regolarmente.
    Posso usufruire dell’ampliamento del 20% per poter fare una stanza in più?

    1. Risposta a MANUELA
      Buongiorno,
      sto ristrutturando una casa in Piemonte. Si tratta di un cascinale, per una parte già abitato e sto ristrutturando l’ultima parte, nel sottotetto che ho acquistato regolarmente.
      Posso usufruire dell’ampliamento del 20% per poter fare una stanza in più?
      A meno di particolari limitazioni sulla sua area, credo che lei possa sia ampliare che recuperare il sottotetto rendendolo abitabile. Chieda conferma ai tecnici del suo comune, sopratutto per eventuali vincoli presenti nella sua area.

  8. in data 27 novembre e’ stata approvata la legge regionale del Molise c.d.”piano casa”.Sono proprietario di una villetta a schiera di testa (con giardino su 3 lati), facente parte di un blocco di 9 unita’. E’ presente, inoltre, un altro blocco di n.6 unita’. Fra i 2 blocchi vi e’ in comune una strada di accesso rispettivamente ai garages e alle abitazioni/garage, oltre a impianto di illuminazione. La distanza tra la mia unita’ ed il confine del mio giardino (oltre c’e’ una strada comunale) e di circa 5,5 metri. Posso usufruire dell’ampliamento? E’ necessaria autorizzazione condominiale (formalmente il condominio risulta costituito – senza regolamento – solo per la gestione della strada interna comune ai 2 blocchi e per impianto di illuminazione)?

    1. Risposta a LUIGI
      in data 27 novembre e’ stata approvata la legge regionale del Molise c.d.”piano casa”.Sono proprietario di una villetta a schiera di testa (con giardino su 3 lati), facente parte di un blocco di 9 unita’. E’ presente, inoltre, un altro blocco di n.6 unita’. Fra i 2 blocchi vi e’ in comune una strada di accesso rispettivamente ai garages e alle abitazioni/garage, oltre a impianto di illuminazione. La distanza tra la mia unita’ ed il confine del mio giardino (oltre c’e’ una strada comunale) e di circa 5,5 metri. Posso usufruire dell’ampliamento? E’ necessaria autorizzazione condominiale (formalmente il condominio risulta costituito – senza regolamento – solo per la gestione della strada interna comune ai 2 blocchi e per impianto di illuminazione)?
      Dalla descrizione che mi fa, credo che non possa ampliare, dal momento che le distanze minime dalla strada previste dal Codice verrebbero meno (5mt).

  9. salve, mi risulta che ad agosto 2009 è stata approvata la legge regionale del lazio per il piano casa. Si tratta di un condominio di villette a schiera tre blocchi rispettivamente da 2, 4 e 5 : ogni villetta è suddivisa in due appartaementi con accessi indipendenti: uno al piano terra e l’altro al primo piano, quest’ultimo con accesso interno ed esclusivo alla mansarda (altezza media 2.00m). Fra i blocchi sono in comune le stade di accesso interne ai garage e alle abitazioni. Io sono proprietaria dell’appartamento al primo piano (con mansarda) in un villino di testa. Vorrei sapere se posso usufruire dell’amplimento della soffitta in modo da raggiungere almeno l’altezza minima (2.40m)per renderla abitabile. occorre il permesso del condominio? Tutti i condomini con appartamento tipo il mio sarebbero tenuti a fare la stessa modifica o siamo indipendenti?
    Grazie anticipataemente per la vostra disponibilità e cortesia.

  10. Salve, ho costruito un fabbriato, ma ho superato l’altezza totale di 15 cm rispetto alla concessione edilizia, cos può accadermi a fini legali

    1. Risposta a NICOLA
      Salve, ho costruito un fabbriato, ma ho superato l’altezza totale di 15 cm rispetto alla concessione edilizia, cos può accadermi a fini legali
      Credo che il massimo che può rischiare per 15 cm sia una sansione pecuniaria.

  11. buongiorno, sono proprietaria a Roma di un appartamento a piano terra in un condominio fuori zona centro storico. L’appartamento è dotato di un portico molto grande, che io ho già isolato alla vista con strutture in legno e tende. Mi domando se, sulla base della nuiova normativa sull’ampliamento del 20%, potrei utilizzare una parte del portico per ampliare il salone dell’appartamento. Grazie

  12. buongiorno, sono proprietaria a Roma di un appartamento a piano terra in un condominio fuori zona centro storico. L’appartamento è dotato di un portico molto grande, che io ho già isolato alla vista con strutture in legno e tende. Mi domando se, sulla base della nuiova normativa sull’ampliamento del 20%, potrei utilizzare una parte del portico per ampliare il salone dell’appartamento. Grazie

  13. salve, vorrei sapere il costo di un ACE per un appartamento da 50 mq e epr uno da 150 mq, a roma. Per l’app.to da 150 dovrei far fare anche un C.I.L. in quanto sto facendo dei lavori e il relativo aggiornamento catastale. Quanto verrebbero a costare questi servizi? Grazie

  14. salve. sono proprietario di un appartamento non di lusso acquistato il 03/08/2007 da costruttore come prima casa, quindi con il tasso dell’IVA al 4%.
    ora sono in procinto di venderlo per acquistare un altro immobile da privato, non di lusso. Molti mi dicono che potrò recuperare l’IVA versata e l’imposta di registro del precedente acquisto.
    mi può spiegare cosa c’è di vero in tutto questo e quali sono le modalità per il recupero.
    Grazie in anticipo per la sua disponibilità.
    Massimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *