IMPIANTO CLIMATIZZAZIONE GEOTERMICA

GLI IMPIANTI GEOTERMICI sfruttano il calore proveniente dal sottosuolo. Si tenga presente infatti che la temperatura del terreno è praticamente sempre costante e che in Italai è compresa in un intervallo tra i 12 e i 18 gradi. In questo modo possono essere climatizzati gli edifici. Un impianto geotermico può sostituire i tradizionali climatizzatori, producendo atia fredda, aria calda e acqua calda sanitaria, indipendentemente dalle temperature esterne, tutto l’anno.
Se per  tutti gli edifici di nuova progettazione l’impianto geotermico può essere realizzato a monte e senza alcun problema, diverso è il discorso per gli edifici esistenti. Si deve infatti considerare che per realizzare questi impianti si deve avere un certo spazio esterno per le operazioni di scavo e trivellazione. In caso di ristrutturazione si può usufruire delle detrazioni fiscali del 55%.
Da cosa è composto un impianto geotermico?

  1. SONDE CHE ATTRAVERSANO IL TERRENO, con il compito di captare il calore. Possono essere verticali (100 metri di profondità) o in direzione orozzontale (1-2-metri di profondità).
  2. POMPA DI CALORE ELETTRICA, installata all’interno dell’edificio per trasferire il calore dal terreno all’ambiente interno in fase di riscaldamento, nella fase di raffreddamento il ciclo viene invertito.
Please follow and like us: