eternitNonostante sia un materiale ottimo, soprattutto per la resistenza alle alte temperature, con la L257/1992 l’amianto è stato messo al bando per cia della sua estrema pericolosità: le polveri prodotte infatti sono responsabili dell’asbetosi, malattia che colpisce i polmoni e che può degenerare in forme tumorali.

La legge pertanto non solo vieta il commercio di amianto, ma definisce anche le modalità di smaltimento.

Qualora le coperture in eternit siano sfaldate o crepate, è necessario eliminarle. La bonifica deve essere gestita dalla ASL e dall’ARPA e seguita da aziende specializzate che valuteranno e gestiranno l’intervento in maniera sistematica:

  1. SCOIBEBTANZIONE
  2. CONFINAMENTO
  3. INCAPSULAMENTO
  4. RIMOZIONE
  5. SMALTIMENTO

Il provvedimento non riguarda solo l’Italia, ma tutti gli Stati Europei devono edeguarsi alla direttiva 2003/18/CE, concernente le norme per la protezione dei lavori connessi ad esposizione ad amianto.